Lavorazione di tubi più veloce e superfici migliori

Una nuova macchina sagomatubi ‚t form UMR‘ dalla transfluid con semplicità di sostituzione dell’attrezzatura e impegno minimo dell’operatore.

Efficienza in termini di tempo e qualità del risultato finale giocano un ruolo decisivo nell’ottenere processi ottimali per la sagomatura delle estremità dei tubi. Per arrivare a questi risultati transfluid ha completamente ridisegnato le sue macchine sagomatubi ‚t form UMR‘.  Sono stati mantenuti i vantaggi esistenti delle macchine e altri sono stati implementati, per accorciare i tempi di lavorazione e ottenere lavorazioni migliori con le superfici, sia che si lavori con tubi senza saldature o con saldature longitudinali.

La pre-selezione elettronica risparmia tempo e manodopera

Le soluzioni transfluid sagomano i tubi con due tipi di processo: di rullatura o rotativo. Le macchine rullatrici, ad esempio, operano con un sistema di rullatura. Questo permette di ottenere varie sagomature sulle estremità del tubo con riduzione ad alta precisione su lunghe distanze, e ad esempio creare filettature con il metodo della rullatura. Il metodo rotativo è invece in grado di eseguire svasature multiple all’estremità del tubo, con angoli tra 20˚ e 90˚ rispetto al diametro del tubo, o una profilatura, ad esempio a palla. „In passato era necessario regolare manualmente i punti di bloccaggio e le corse corretti per ottenere dei buoni risultati per le geometrie sulla superficie per entrambe le macchine. La nuova generazione delle nostre macchine ‚t form UMR‘ 628, 642 e 2090 necessita solo di una semplice sostituzione dell’attrezzatura da parte dell’operatore, che dura meno di cinque minuti“, dice Stefanie Flaeper, spiegando i vantaggi della sagomatubi attuale. La dotazione delle macchine ora comprende una pre-selezione completa di geometrie di svasatura. La posizione dei punti di bloccaggio, tutte le corse e l’intera lavorazione è controllata con un sistema elettrico servoassistito e le informazioni possono essere richiamati tramite un touch panel o pannello operatore.

Per determinare in modo preciso il tempo di produzione di un pezzo è necessario sapere quali materiali verranno utilizzati e la sagomatura richieste. La macchina esegue il lavoro in modo quasi autonomo, quando è possibile richiamare i parametri del processo per tubi di quelle dimensioni. In ogni caso, le lunghezze di bloccaggio durante il processo si trovano tra 1x e 1.5x il diametro del tubo. Questo permette all’operatore di eseguire la sagomatura dopo la piegatura, sempre. Con le sue soluzioni transfluid vi permette di produrre in modo economico geometrie di sagomatura complesse e svasature con superfici a tenuta e lucidate in modo economico, e il tutto in un passaggio solo.


Parole: 418
Caratteri con spazi vuoti incl.: 2.757

 

transfluid®
Maschinenbau GmbH

Hünegräben 20-22
57392 Schmallenberg

PR/Media

Tobias Masur

tmasur@transfluid.de

 

Downloads

Immagine

Docx

 

Torna indietro