Aviazione: piegatura di tubi con controllo dell’assottigliamento dello spessore delle pareti

Tutti i processi della macchina piegatubi t-bend si possono programmare con facilità.
Tutti i processi della macchina piegatubi t-bend si possono programmare con facilità.

Il tema della sicurezza è sempre in primo piano nell’industria aeronautica. Lo stesso vale per il progetto attualmente in corso per un rinomato produttore di aeroplani, per cui abbiamo sviluppato una piegatubi speciale, in grado di piegare tubi in alluminio, titanio e acciaio inox fino a un diametro di 60mm e con uno spessore delle pareti da 0.5 fino a 1.5mm e raggi di 1xD.

Il controllo della sequenza migliora i processi
Quello che rende questa soluzione speciale è la possibilità di controllare l’assottigliamento delle pareti. Per ottenere questo risultato la nostra piegatubi t bend effettua l’ultima piegatura con una spinta controllata tramite un tubo interno guidato. Con questo metodo siamo sicuri che lo spessore delle pareti dei tubi rispetti le strette tolleranze anche dopo la piegatura e che vengano mantenuti i parametri di flusso e di stabilità nel tubo lavorato.
Tutti gli assi di questa piegatubi speciale sono dotati di motori servo-elettrici. E con l’impiego del nostro nuovo controllo sequenziale è possibile ottenere una sincronizzazione completa di tutti gli assi in una varietà di processi e azionare le varie parti separatamente e al momento giusto. È così possibile effettuare una piegatura in varie fasi sequenziali e applicare la giusta forza necessaria alla spinta o al rallentamento.

Salvataggio semplice, richiamo protetto
I processi eseguibili dalla nuova macchina piegatubi si possono programmare facilmente, assegnarli a un prodotto e richiamarli a seconda della necessità. Durante l’evento, il sequenziamento tiene conto dei raggi, del procedimento a cui vengono sottoposti i prodotti da preparare e dei materiali. Con la connessione della gestione alla rete si possono caricare le geometrie da applicare dal software CAD e salvare i dati del test di collisione. A seconda della dimensione dei lotti e dei batch si può collegare anche un sistema di misurazione. Al salvataggio in modo personalizzato dei dati pertinenti alla produzione provvede il sistema di gestione delle sequenze.  Questi dati possono essere richiamati e processati successivamente con una password e la necessaria autorizzazione. Inoltre, il software della macchina, tutte le componenti del sistema di controllo e il pannello di controllo stesso (MMI) sono ovviamente compatibili con Industria 4.0.

Torna indietro

transfluid®
Maschinenbau GmbH

Hünegräben 20-22
57392 Schmallenberg

PR/Media

Tobias Masur

tmasur@transfluid.de